Viaggio di Gruppo di 3 Giorni a Mangystau

Viaggio di Gruppo di 3 Giorni a Mangystau

Vivi un completo viaggio di tre giorni che svela le vaste meraviglie naturali di Mangystau. Viaggiando in jeep, scoprirai una serie di siti maestosi: dalle misteriose palle di pietra di Torysh alla imponente Montagna Sherkala, l'affascinante valle dei castelli Airakty e il sorprendente tratto di Bozzhyra con le sue piattaforme panoramiche che inducono vertigini. Questo tour è un modo incredibile per esplorare i diversi e stupefacenti paesaggi della regione.

Torysh, Kok-kala, Sherkala, Airakty, Bozzhira, Kyzylkup

3 Giorni | Primavera, estate, autunno | US$ 445

Moschea Beket-Ata, Mangystau

Moschea Beket-Ata, Mangystau

La Moschea Beket-Ata, un venerato sito di pellegrinaggio a Mangystau, è stata fondata nel XVIII secolo dalla rinomata figura religiosa e Sufi, Beket Myrzagululy. Famoso per la sua vita mistica, la moschea si trova in una remota area desertica alla base del Ustyurt Chink, a 230 km a est di Aktau.

Questa moschea unica, scavata in una grande roccia, comprende quattro piccole sale. Alcune sale hanno finestre di luce nel soffitto; una contiene i resti di Beket-Ata, un'altra il suo bastone, una terza è il sito di sepoltura della sua sorella e la quarta è una sala di preghiera solo per donne. I soffitti delle sale variano in altezza da 2,7 a 3,5 metri.

Moschea Beket-Ata, Mangystau

Nato nel 1750 vicino ad Atyrau, Beket è stato attratto dalla religione e dalla scienza fin da giovane. Studiò sotto il famoso Sufi Bakirjan-khoja nella madrassa di Shergazi-Khan a Khiva. In sette anni, assorbì una vasta conoscenza, memorizzando persino il Corano in soli due anni. Tornato nella sua terra natale, Beket iniziò a costruire moschee sotterranee, con la sua prima, la Moschea Ak, costruita a 24 anni. Questa moschea divenne in seguito il luogo di riposo finale per i membri della sua famiglia.

Beket morì nel 1813 o 1814 e fu sepolto nella moschea a lui dedicata. Costruì quattro moschee durante la sua vita, con alcuni storici che ne suggeriscono fino a sette. La vita di Beket ispirò numerose leggende, come la sua capacità di teletrasportarsi e i suoi ritiri stagionali nelle sue moschee. Rinomato per la sua natura pacifica, fu titolato "batyr" (eroe) e venerato come "auliye" (santo). Oggi, rimane una figura venerata nella storia del Kazakistan.

Moschea Beket-Ata, Mangystau

La Moschea Beket-Ata, studiata per la prima volta dagli archeologi negli anni '60, è stata dichiarata monumento storico e culturale del Kazakistan nel 1982. Il XXI secolo ha visto restauri, tra cui il rafforzamento della pendenza di fronte alla moschea, la costruzione di una casa per pellegrini in cima alla scogliera e la costruzione di una lunga scalinata di discesa. Una strada per la casa degli ospiti è stata completata nel 2011. La casa degli ospiti, che include una sala da pranzo, accoglie pellegrini e turisti, con sale per dormire separate per uomini e donne. I visitatori dovrebbero rispettare le usanze locali, come togliersi le scarpe, le donne che coprono la testa e l'astensione dalla fotografia al chiuso.

Moschea Beket-Ata, Mangystau

La moschea è accessibile in auto da Aktau, un viaggio di 280 chilometri attraverso Zhanaozen e Uzen. In precedenza, i pellegrini viaggiavano su una strada sterrata direttamente alla moschea. Attrazioni nelle vicinanze includono i tratti di Bozzhyra (15 km) e Kyzylkup (35 km), sebbene si raccomandino veicoli fuoristrada per questi viaggi.

I visitatori della Moschea Beket-Ata sono ricompensati con un'esperienza spirituale, scendendo la lunga scalinata per scoprire un luogo di pace e armonia.