Cosa Vedere a Samarcanda: Attrazioni Turistiche

I 10 principali monumenti e attrazioni di Samarcanda Moschea Hazrat Hyzr, Samarcanda

 

Samarcanda è l'indiscussa pretesa di fama dell'Uzbekistan. Questa magnifica città rimane ammantata del suo passato splendore come capitale del potente Impero Timurid, che nel suo periodo di massimo splendore si estendeva in tutta l'Asia dalla Turchia orientale all'India. La città era un rifugio per i commercianti carovanieri, gli intellettuali e gli studiosi islamici, un'eredità ancora evidente nell'artigianato, nelle scuole religiose e nell'osservatorio per cui Samarcanda è oggi conosciuta.

Vi invitiamo a visitare questo crocevia di culture, dove storia e leggenda si intrecciano quasi magicamente in ogni sito. Ognuna di queste 10 cose da vedere a Samarcanda ha qualcosa di unico da offrire:

1. Piazza Registan

Piazza Registan, Samarcanda

Fiore all'occhiello di Samarcanda, Piazza Registan era un tempo la piazza centrale della rinomata capitale di Tamerlano. Questo insieme del XV-XVII secolo, accuratamente restaurato, costituisce oggi un sito UNESCO e l'attrazione più popolare dell'Uzbekistan. I suoi tre imponenti monumenti - Ulugbek Madrasah, Sher-Dor Madrasah e Tilla-Kori Madrassah - sovrastano tutto ciò che si trova nelle loro vicinanze e hanno un modo quasi ipnotico di catturare lo sguardo di molti visitatori ammirati. Prendetevi tutto il tempo necessario per passeggiare tra i monumenti, che anche se pieni di bancarelle di souvenir trasmettono ancora un'aria di regalità passata. Visitatelo di notte per vedere il Registan trasformato in un mare di luci; venite all'alba e il sereno complesso è ultraterreno. Per un'esperienza speciale, programmate il vostro viaggio in occasione di Sharq Taronlari, un festival musicale internazionale che si tiene nella piazza del Registan ogni due agosto.

2. Mausoleo di Gur-Emir

Mausoleo di Gur-Emir, Samarcanda

Il temibile conquistatore e leader dietro la sconvolgente bellezza di Samarcanda, Tamerlano (conosciuto localmente come Amir Timur) è sepolto in un mausoleo che rivaleggia con alcuni palazzi. Con la sua caratteristica cupola turchese, i mattoni smaltati e i sontuosi disegni in marmo, il Gur-Emir è servito come modello per il Taj Mahal ed è ora uno dei punti di riferimento più riconoscibili dell'Uzbekistan. È interessante notare che Tamerlano non aveva mai avuto intenzione di essere sepolto a Gur-Emir, e nemmeno a Samarcanda, ma dopo una serie di eventi imprevisti ora giace sepolto nella sua capitale insieme a diversi parenti stretti e a un mentore. Se la vista del cortile di Gur-Emir è di per sé straordinaria, la cripta interna è davvero uno spettacolo da vedere. Le guide in loco offrono brevi visite guidate in inglese e, anche se i loro racconti possono mescolare fatti e finzione, sicuramente migliorano l'esperienza. Tornate di notte e sarete ricompensati con la vista del mausoleo di Gur-Emir in un bagliore ultraterreno.

3. Fabbrica di tappeti di seta Khujum

Fabbrica di tappeti di seta Khujum, Samarcanda

Questa deliziosa azienda a conduzione familiare è in realtà una fabbrica, un laboratorio, un museo, un negozio di souvenir e una presentazione. Imparate la storia della tessitura dei tappeti in Uzbekistan e scoprite in prima persona come vengono filati i fili di seta e come vengono prodotte le tinture naturali in loco. Osservate le donne locali mentre tessono ad arte i tappeti di alta qualità, molti dei quali richiedono mesi per essere completati, e sedetevi accanto a loro mentre vi insegnano alcuni trucchi del mestiere prima di darvi l'opportunità di tessere voi stessi qualche filo. Ammirate le esposizioni di ricami tipicamente uzbeki prima di passare in rassegna l'enorme selezione di tappeti di ogni dimensione, colore e disegno disponibili per l'acquisto nel magazzino. Un tour della fabbrica di tappeti di seta Hudjum è un'esperienza interattiva del lato artistico di Samarcanda e un ottimo modo per trascorrere un pomeriggio afoso al riparo dal sole.

4. Moschea di Bibi-Khanym

Moschea di Bibi-Khanym, Samarcanda

Una delle più grandi moschee del mondo all'epoca della sua costruzione, all'inizio del XV secolo, la Moschea di Bibi-Khanym fu costruita nel pieno della vittoria dopo la conquista dell'India da parte dell'Amir Timur. A seconda di quale sia il resoconto, questa costruzione all'avanguardia fu dedicata a Bibi-Khanym, la moglie preferita di Timur, oppure fu costruita dalla regina come sorpresa per il marito al suo ritorno dalla battaglia. In ogni caso, gli architetti troppo avidi compromisero l'integrità strutturale per le dimensioni e l'edificio iniziò a crollare in pochi anni. Miracolosamente, Bibi-Khanym è rimasto parzialmente intatto fino a quando recenti riparazioni su larga scala hanno contribuito a stabilizzare questa mostruosa bellezza, oggi uno dei punti di riferimento più famosi dell'Uzbekistan. Ciò che manca a Bibi-Khanym in termini di lucentezza è compensato dalle sue dimensioni e dai miti colorati che lo circondano. Si dice che un enorme Corano di pietra che adorna il cortile sia in grado di donare fertilità, quindi non stupitevi se vedrete giovani donne strisciare sotto il suo supporto.

5. Bazar Siab

Bazar Siab, Samarcanda

Quando siete pronti a uscire dallo storico impero di Tamerlano per entrare nella moderna Samarcanda, non cercate altro che il vivace Siab Bazaar, situato proprio accanto alla Moschea Bibi-Khanym. File su file di corridoi inondati dai colori di tessuti scintillanti, souvenir accattivanti e frutta di stagione sono una festa per gli occhi, mentre il profumo del famoso pane di Samarcanda e i vivaci inviti dei venditori ad assaggiare i loro prodotti sono una tentazione irresistibile per molti viaggiatori. Il Siab Bazaar è un luogo favoloso dove passeggiare con calma e osservare la gente mentre si assaporano tutti i panorami e i suoni. È anche un mercato unico per fare scorta di regali, poiché offre abbigliamento, sciarpe, cappelli, ninnoli, borse ricamate, ceramiche, scatole intagliate a mano e prodotti commestibili unici dell'Asia centrale.

6. Shakhi-Zinda

Shakhi-Zinda, Samarcanda

Lo scintillante corridoio azzurro di Shakhi-Zinda (Il Re Vivente) è uno dei preferiti da molti viaggiatori in Uzbekistan. Ai lati della massiccia scalinata centrale si trovano circa 20 edifici e tombe di grandi personaggi reali e religiosi, decorati con migliaia di piastrelle colorate. Le tombe sono state costruite gradualmente tra l'XI e il XV secolo, ma la struttura di base di ognuna è quasi identica, conferendo al sito un aspetto maestoso e uniforme. L'effetto visivo che si ottiene salendo le scale in un mare di maioliche blu e verdi è a dir poco spettacolare. Molte delle tombe sono state ristrutturate, mentre altre conservano elementi delle facciate originali, e tutte sono bellissime a sé stanti. Un luogo superbo per le foto, soprattutto al mattino, ricordando di fare attenzione ai numerosi turisti religiosi locali che considerano il sito sacro.

7. Osservatorio di Ulugbek

Osservatorio di Ulugbek, Samarcanda

L'eredità di Ulugbek è pervasiva a Samarcanda quasi quanto quella di Tamerlano stesso. Nipote di Tamerlano, noto soprattutto per il suo lavoro nel campo dell'astronomia, Ulugbek costruì il più grande osservatorio dell'Asia centrale medievale ed è riconosciuto come uno dei più grandi astronomi del suo tempo. Sebbene gran parte dell'osservatorio a tre piani sia stato distrutto molto tempo fa, il suo grande arco sotterraneo è sopravvissuto a testimonianza dell'ingegnoso contributo di Ulugbek al campo della scienza. L'Osservatorio di Ulugbek, questa cosa vedere a Samarcanda e una delle attrazioni più visitate dell'Uzbekistan, offre un intervallo rinfrescante tra madrase e mausolei, e la sua posizione collinare offre una buona vista da dietro il sestante. Il complesso comprende anche un piccolo ma affascinante museo sulle realizzazioni dell'astronomo reale, che vale la pena di pagare il biglietto d'ingresso aggiuntivo se si desidera apprezzare appieno il sito.

8. La tomba di Daniele

La tomba di Daniele, Samarcanda

Se pensate che una singola tomba non valga una piccola deviazione, sappiate che la Tomba di Daniele non è un normale luogo di sepoltura. Si dice che una bara fuori terra lunga 18 metri contenga i resti del profeta biblico e coranico Daniele, la cui tomba è venerata da molti musulmani locali. I dettagli su come la bara sia stata trasportata dall'Iran all'Uzbekistan e sul perché sia necessaria una bara così enorme per contenere i suoi resti sono dubbi, ma invece di elencare le teorie qui vi invitiamo a chiedere agli uzbeki la loro interpretazione degli eventi. Dopo aver visto l'enorme bara della Tomba di Daniele, notate l'albero di pistacchio di 500 anni che cresce nelle vicinanze e la sorgente naturale alla base della collina, la cui acqua è considerata sacra. Situata tra l'Osservatorio di Ulugbek e il sito archeologico di Afrosiab, la Tomba di Daniele si visita meglio ingaggiando una guida che può fornire utili informazioni di base durante un tour di 20-30 minuti.

9. Sito archeologico di Afrasiab

Museo di Afrasiab, Samarcanda

Anche se Tamerlano vorrebbe far credere il contrario, intorno a Samarcanda esistevano civiltà avanzate molto prima dell'arrivo del conquistatore. Il sito archeologico e il museo di Afrasiab lo dimostrano ampiamente, offrendo una cruda esplorazione a coloro che desiderano scavare più a fondo nell'antico Uzbekistan. Molti ritengono che questo sito tentacolare, una delle più antiche attrazioni della regione di Samarcanda, sia in realtà la leggendaria Marakanda, la capitale della Sogdiana fondata intorno al V secolo a.C. e abitata fino al tardo Medioevo. La città collinare comprendeva un palazzo decorato, una fortezza, abitazioni, bagni, condutture d'acqua e un centro artigianale. Oggi le sue silenziose rovine sono disseminate di cocci di ceramica, anche se scorci della sua passata grandezza possono essere ammirati nel museo annesso, dove affreschi del palazzo e altri reperti accenderanno sicuramente la vostra immaginazione.

10. Cartiera Meros

Cartiera Meros, Samarcanda

Appena oltre i confini di Samarcanda, nella città di Konigil, una famiglia locale ha riportato in vita l'antico mestiere di produrre prodotti di carta dai gelsi. Quest'arte fu introdotta per la prima volta nella regione dai prigionieri cinesi nell'VIII-IX secolo e fu presto assorbita dalla cultura locale. I visitatori possono assistere a questo processo manuale dall'inizio alla fine presso la Cartiera Meros, una struttura in gran parte all'aperto il cui giardino, il ruscello, il mulino ad acqua in legno e la casa del tè promettono riposo e relax dopo una giornata intensa nel centro di Samarcanda. Il processo di produzione di prodotti di carta completamente naturali da zero può essere noioso, ma il risultato è un materiale resistente che può durare centinaia di anni. Al termine della visita, è possibile acquistare articoli di cancelleria, abbigliamento, accessori e altri oggetti realizzati esclusivamente con la carta di gelso. Il viaggio in auto per raggiungere la cartiera dura circa 30 minuti da Samarcanda e può essere organizzato con un tassista dalla città o in anticipo tramite un'agenzia di viaggi.

La nostra lista delle 10 migliori attrazioni: cosa vedere a Samarcanda non sembra completo senza menzionare alcune seconde classificate:

- Moschea Hazrat-Hizr: Una delle più recenti aggiunte alla scena turistica di Samarcanda, l'allegra moschea Hazrat-Hizr, risalente al XIX secolo, sorge sul sito di una precedente dell'VIII secolo. La sua veranda dipinta a colori vivaci e le delicate decorazioni in legno differiscono nel design e nell'architettura dalle sue controparti medievali e meritano una rapida visita.

- Fabbrica di vino Khovrenko: La più famosa cantina della regione, la Fabbrica di Vino Khovrenko è in attività dalla metà del XIX secolo. La visita al museo vi farà scoprire i metodi di vinificazione locali e gli eventi che hanno portato alla fondazione della cantina, prima di terminare con una degustazione di diverse varietà locali.

- Mausoleo dell'Imam al-Bukhari: Questo grande complesso funerario è dedicato a un famoso studioso islamico del IX secolo, originario di Bukhara. Luogo di pellegrinaggio popolare, il Mausoleo dell'Imam al-Bukhari si trova appena fuori Samarcanda, sulla strada per Bukhara, e comprende mausolei, moschee, cortili e un piccolo bazar.